PRODOTTI E PIATTI TIPICI

 

Oltre al Chinotto di Savona, presidio Slow Food, la Provincia di Savona annovera tra le sue tipicità moltissimi prodotti della terra come l’oliva arnasca e l’oliva pignola dalle quali si produce un olio amarognolo, con retrogusto di pinolo; l’oliva taggiasca invece dà un olio più tenue, dal sapore lievemente fruttato. Sono oli che fanno parte della D.O.P. “Riviera Ligure – Riviera del Ponente Savonese”,

Tra gli altri prodotti della terra l’asparago violetto, il carciofo e la zucchina trombetta di Albenga; i fagioli di Nasino, le ciliegie di Castelbianco, le castagne essiccate nei “tecci” di Calizzano e di Murialdo, le piante aromatiche: l’aglio di Vessalico.

L’entroterra fornisce altre prelibatezze provenienti dai boschi come i funghi o i tartufi. Dall’antica pastorizia derivano le produzioni di carni e formaggi. Alcuni formaggi hanno ottenuto la D.O.P.: così laFormaggetta Savonese e lo Zuncò (giuncata). Tra le carni sono da segnalare i salumi e la carne di cinghiale che è molto diffuso nel territorio. Particolari salumi tipici sono i cosiddetti “salumi di pesce”, cioè la bottarga e ilmosciame di tonno.
La cucina del Savonese si sviluppa proprio a partire da queste materie prime e così racchiude in sé molti aspetti diversi che portano a diverse tipologie di piatti: dai piatti tipici mediterranei, con l’uso di olio d’oliva e di erbe odorose, verdure, spesso ripiene, epesce; ai piatti ispirati ai prodotti dell’entroterra quindi ai sapori del bosco tra cui funghi, i tartufi, castagne, salumi e formaggi.
Il piatto tipico di Savona è la farinata bianca, detto “turtellassu”: una focaccia bassa a base di farina di grano (90%) e farina di ceci (10%).
Tra i primi sono molto diffuse le paste ripiene: raviolini alle erbette, ravioli di zucca, di castagne o di borragine o i ravioli ripieni di verdure (faraballa) che si accompagnano bene al sugo di coniglio.
Altri tipi di pasta sono gli gnocchetti alle ortiche, le lazarene, le piccagge; lasagne e tagliatelle che ben si accompagnano col sugo di funghi.
Tra le minestre molto noto è il minestrone di verdure alla ligure, condito con pesto, lo zemin, una zuppa di ceci e fagioli secchi condita con cotica di maiale, la bardenulla, una polenta bianca condita con un sugo di porri, funghi secchi, latte e panna.
Tra i piatti a base di pesce abbiamo: gli zembi d’arzillo, il brodo, le acciughe ripieni e ibianchetti conditi con olio e limone. Poi ci sono le frittelle fatte con i bianchetti, con il baccalà o con molti altri tipi di pesce.
Con il merluzzo si prepara il baccalà ripieno e la buridda.
Tra le carni, troviamo la lumaca, che può essere cucinata in umido, in zimino oppure alla verezzina e il coniglio, che può essere preparato alla ligure oppure allo steccado.
Altro caposaldo della cucina ligure sono le torte di verdura tra cui: il turtelìn de côi, preparato coi cavoli invernali; la torta di bietole e poile focacce tra cui troviamo i fazzini e glisciaccarotti .

Numerosissime e per tutti i gusti sono le frittelle preparate con verdure oppure con mele o ancora va nominata la panissa che viene tagliata a pezzi e fritta.

Per quanto riguarda i dolci tipici Savona ogni zona ha le sue specialità : gli amaretti di Sassello, la torta di nocciole di Cairo Montenotte, i tourcett di Mallare, i gobeletti di pastafrolla col ripieno di marmellata tipici di Finalborgo; e poi ancora il castagnaccio, la torta di castagne, la torta di zucca.
Annunci